Per rispondere in modo puntuale alla domanda formulata a livello territoriale, occorre definire modalità organizzative e strategie per intercettare la domanda e organizzare la risposta al bisogno. Nell’ottica di superare la frammentarietà delle risposte, emerge la necessità di organizzare servizi che garantiscano accoglienza, informazione ed orientamento al cittadino fin dal primo momento della formulazione della richiesta e che agevolino l’accesso ai servizi.
L’obiettivo è di promuovere un modello di integrazione dell’accesso ai servizi sanitari e sociosanitari per i cittadini con lo scopo di:

  • orientare i soggetti;
  • promuovere la capacità del cittadino di scelta e di empowerment nel fare scelte informate;
  • incrementare il funzionamento del sistema di assistenza territoriale;
  • realizzare percorsi territoriali che permettano di promuovere percorsi assistenziali di tipo domiciliare rispetto alla residenzialità;
  • innalzare la capacità di risposta del sistema sanitario regionale ai bisogni del cittadino;
  • promuovere risposte integrate ai bisogni sociosanitari complessi;
  • favorire modelli organizzativi che favoriscano l’integrazione con il sistema di presa in carico sociale, implementando progetti personalizzati per la presa in carico integrata sistema sanitario e sistema sociale;
  • favorire la continuità dei percorsi assistenziali;
  • migliorare la cooperazione fra le istituzioni.

La PUA – porta unitaria di accesso è una modalità organizzativa che può prevedere specifici spazi ma deve essere intesa soprattutto come modello e funzione di integrazione e raccordo stabile dei diversi punti e nodi di accesso sanitario e sociale a cui il cittadino si rivolge, eliminando duplicazioni e sovrapposizioni.
La Porta Unitaria di Accesso va intesa come funzione duplice esercitata dagli enti locali attraverso il segretariato sociale e dai distretti sanitari per l’ASReM, dalle singole unità operative con compiti di informazione, decodifica dei bisogni, orientamento, trasmissione delle richieste ai servizi competenti.

Come funziona la PUA ASReM

La PUA rappresenta quindi l’anello operativo strategico per il recepimento unitario della domanda per tutti i servizi sociali e sanitari a gestione integrata e compartecipata (di natura domiciliare, residenziale e semiresidenziale).
In un’ottica di integrazione gestionale la PUA deve essere normata a livello locale anche mediante un Regolamento congiunto Ambito Territoriale/ASReM che deve prevedere un meccanismo di coordinamento automaticamente attivato ogni qual volta una richiesta di accesso da parte del cittadino interessato o una segnalazione da parte di terzi pervenga ad uno dei seguenti punti della rete formale:
– Medico di Medicina Generale / Pediatra di Libera Scelta;
– Unità Operativa Distrettuale;
– Segretariato Sociale dell’Ambito Territoriale (che opera in stretto raccordo funzionale con i Servizi Sociali Professionali);
A tal fine occorre definire, in particolare, l’utilizzo di strumenti unici e la messa in rete telefonica e informatica fra i diversi punti di accesso.
Gli attori della Porta Unitaria di Accesso dovranno discriminare il bisogno espresso dal cittadino (valutazione di primo livello) ed avviare un percorso di accesso al sistema dei servizi che, a seconda dell’intensità delle situazioni problematiche espresse, semplici o complesse, possa prevedere l’invio ai servizi sanitari o sociali, oppure l’attivazione della valutazione multidimensionale finalizzata ad una presa in carico integrata.
La richiesta deve essere effettuata attraverso una specifica modulistica elaborata ad hoc che deve contenere almeno le seguenti informazioni:

  • Dati anagrafici del cittadino e recapiti (nome e cognome, codice fiscale, n. telefono, ecc.);
  • Indicazione di chi ha effettuato la segnalazione (cittadino, familiare ecc.);
  • Tipo di bisogno/domanda espressa/verbalizzata (in sintesi);
  • Invio diretto ai servizi sanitari o sociali nel caso di bisogno semplice;
  • Attivazione del percorso integrato di presa in carico nel caso di bisogno complesso.

 

Contatti della Porta Unica d’Accesso ASReM

SEDE di VENAFRO
INDIRIZZO  Via Colonia Giulia 20 86079 Venafro IS
TELEFONO 0865907927/32 Assistente Sociale- 0865907702 Infermiere
APERTURA  8.30-12.30 Lun-Mar-Merc-Giov-Ven     15.00-17.00 Giov.

SEDE di ISERNIA 
INDIRIZZO  Largo Cappuccini,1
TELEFONO 0865/442503
APERTURA 9.00-12.30 Lun-Mart-Merc-Giov-Ven      15.00-16.30 Mart-Giov

SEDE di AGNONE
INDIRIZZO Via Marconi, 22 (stabilimento Ospedaliero Caracciolo 1° piano)
TELEFONO 0865/722232-722251-722260-722262
APERTURA  8.30-12.30 Lun-Mar-Merc-Giov-Ven        15.30-17.00 Mart.-Giov