Ragione sociale:

AVO Associazione Volontari Ospedalieri – Termoli

 

Riferimenti:

 

Logo:

 

 

Mission dell’Associazione:

L’Associazione Volontari Ospedalieri (AVO) è stata fondata nel 1975 dal Prof. Erminio Longhini e ad oggi in tutta Italia conta circa 25.000 volontari distribuiti su 240 sedi, in oltre settecento strutture, tra ospedali e case di ricovero e cura.

AVO nasce come un’associazione indipendente, aperta a tutti coloro che si riconoscono nei valori della reciprocità, della sussidiarietà, della solidarietà civile, culturale e sociale.

AVO Termoli è stata istituita nel giugno 1999 con inizio dell’attività  nel gennaio 2000.

Attualmente consta di 88 volontari (55 adulti e 33 giovani) che svolgono il loro operato  principalmente in alcuni reparti dell’Ospedale San Timoteo (Medicina, Chirurgia, Cardiologia, Ortopedia, Medicina d’Urgenza).

Il volontariato offerto è basato sul principio dell’esserci più che del fare:

  • i volontari  “prestano il loro servizio, in modo qualificato e del tutto gratuito, a favore degli ammalati al fine di assicurare una presenza amichevole e costante, offrendo loro sostegno, calore umano, dialogo e aiuto concreto per fronteggiare la sofferenza, il disagio, la solitudine e l’isolamento che scaturiscono dalla malattia”;
  • collaborano con il personale sanitario senza mai svolgere mansioni tecnico-professionali di competenza esclusiva medica o paramedica, ma integrandone l’attività per perseguire gli obiettivi di “umanizzazione della persona e umanizzazione dell’assistenza sanitaria”;
  • “qualora sia richiesto, aiutano i malati durante i pasti dopo presa visione, con il personale sanitario, delle condizioni cliniche”.

Dal 2015 AVO Termoli si arricchisce con l’unità “Giovani Volontari AVO”, affidata alla responsabilità della Sig.ra Lucia Bocale, in cui afferiscono ragazzi che frequentano le scuole superiori (a partire dal 3° anno) fino ad adulti con età massima di 35 anni : rappresenta una Forza Nuova all’interno dell’associazione, rivitalizzata dall’entusiasmo proprio dei giovani.  Presentare il problema della sofferenza ai giovani non è semplice: l’AVO viene proposta come centro di aggregazione, di vera amicizia tra loro, di condivisione, di unità e reciprocità nella vita associativa, che aiuti a costituire una generazione nuova in cui si dà spazio ai valori di comprensione, aiuto e solidarietà umana.

I Giovani si accostano al malato per lo più con attività ludiche (ad es. giochi del tipo dama, scacchi o lettura di brani, ecc): in questo modo si cerca di distrarre la persona dalla sua condizione di fragilità  umana mantenendone la mente attiva.

Inoltre danno rilievo alle principali festività cristiane realizzando, insieme ai volontari adulti, diverse iniziative in corsia, implementando in modo efficace il processo di “umanizzazione dell’assistenza sanitaria” e partecipano alle manifestazioni pubbliche, con allestimento di stand e distribuzione di opuscoli alla cittadinanza al fine di promuovere e per far conoscere l’associazione.

 

Principali attività realizzate insieme ad ASReM: 

Sono state realizzate negli anni diverse attività in collaborazione dapprima con la ASL (Convegno Nazionale, Corsi di Aggiornamento, ecc) e ultimamente con la ASReM.

Di recente (2017) AVO ha partecipato a iniziative di carattere socio-sanitario, tra cui:

– Informazione e promulgazione del Fascicolo Sanitario Elettronico

– Consultorio in Piazza (17 giugno 2017)

Attualmente è stata proposta alla Direzione Sanitaria Ospedaliera, ed è in via di definizione, la realizzazione di uno “Spazio di Accoglienza” ubicato all’interno dell’Ospedale San Timoteo che possa essere di ausilio a tutti gli utenti della struttura sanitaria nel fornire informazioni specifiche su prenotazioni di esami, percorsi da seguire per i vari servizi e reparti, ecc.

  

Ulteriori attività:

Per sensibilizzare i giovani ai bisogni e ai principi del volontariato, vengono svolte periodicamente “Attività di Promozione del Volontariato  nelle Scuole Superiori” : negli incontri con le classi (3°-4°-5° anno), fissati in accordo con i Presidi dei vari istituti superiori della città, vengono proposti video illustrativi sui principi e sulle attività dell’associazione e “testimonianze dirette” su esperienze vissute da giovani volontari già iscritti e operanti.

Oltre all’Ospedale, AVO Termoli porta il suo contributo solidale anche all’interno della Struttura per anziani Opera Serena: i volontari, Adulti e Giovani, vivono e condividono momenti di convivialità con i “residenti” della struttura, creando occasioni di svago, coinvolgendoli in attività ricreative senza mai far mancare il calore di una tenerezza.

L‘opera di promozione e informazione del Volontariato, viene messa in pratica oltre che in Ospedale anche in Piazza, durante le giornate di manifestazione nazionale come ad es. la Giornata Nazionale AVO (24 ottobre 2018).

Partecipazione attiva ai momenti di religiosità : i volontari accompagnano i malati, autorizzati dal personale sanitario ad allontanarsi dal reparto, presso la Cappella dell’ospedale per prendere parte alle celebrazioni eucaristiche.

Altre volte, ad es. durante il Mese Mariano, i momenti di religiosità vengono vissuti e condivisi in corsia, con tutti gli ammalati, sempre dopo autorizzazione  del Direttore di Reparto.

Organizzazione di Corsi di formazione: per diventare volontario è necessario partecipare a corsi di Formazione di Base, promossi annualmente, che costituiscono il primo elemento di un percorso di aggiornamento e perfezionamento che ogni volontario si impegna a seguire per la durata della propria permanenza in servizio.