Il Presidio Ospedaliero è pensato per favorire l’unitarietà del sistema aziendale, l’integrazione funzionale, il raggiungimento di alti livelli di omogeneità nell’accesso e nella qualità dei servizi sanitari erogati da ASReM. Il direttore è il dr. Filippo Vitale (in foto).

Il modello organizzativo del Presidio Ospedaliero è  patient-focused o care-focused (focalizzato cioè sul paziente o sulla sua cura) e si basa su principi di: centralità del paziente, multidisciplinarietà clinica, appropriatezza dei regimi assistenziali in relazione alla gravità delle patologie ed all’intensità delle cure, integrazione delle risorse.

Nel Presidio Ospedaliero regionale vige il principio della separazione del “controllo” delle risorse strutturali e logistiche dal “controllo” del processo clinico, per consentire agli operatori di porre il focus sull’efficacia della cura e sul rapporto con il paziente.

Il Presidio Ospedaliero è orientato a garantire, da un lato, la migliore e più appropriata risposta assistenziale al paziente e, dall’altro, una gestione efficiente delle risorse disponibili all’interno della rete ospedaliera. Questo modello prevede tre principali linee di intervento/cambiamento organizzativo:

  • l’organizzazione della rete ospedaliera secondo un approccio Hub & Spoke;
  • lo sviluppo di soluzioni basate sul principio dell’intensità di cura;
  • l’adozione di sistemi di programmazione e di integrazione funzionale per Linee di Produzione.

In ciascuna struttura ospedaliera possono essere previste piattaforme logistico-produttive (ad es. aree di degenza, ambulatori, sale operatorie) comuni ad UU.OO. appartenenti allo stesso o a diversi Dipartimenti ospedalieri. In particolare, le attività di degenza possono essere strutturate “per intensità di cura”, in relazione a criteri quali: il grado di urgenza, l’assorbimento di tecnologie, la complessità assistenziale o l’instabilità clinica.

La struttura dell’Ospedale è quindi articolata su un modello organizzativo in cui le piattaforme produttive sono sviluppate orizzontalmente mentre le specialità mediche sono organizzate verticalmente.

 

La nuova rete ospedaliera ASReM

 

Ogni specialità medica utilizza le piattaforme produttive in relazione alla programmazione operativa, che può variare nel tempo.

Le piattaforme di ricovero a ciclo continuo sono:

  • Area di ricovero ad alta intensità (o delle intensive): comprendente la Rianimazione, l’UTIC, la Stroke Unit in cui sono assistiti pazienti critici e instabili. La Medicina d’Urgenza rientra in questo livello dell’alta intensità nell’ambito del DEA;

    Assetto dell’ospedale ASReM organizzato secondo il modello per intensità di cura
  • Area di ricovero a media – bassa intensità: comprende prevalentemente pazienti acuti monospecialistici e pazienti polipatologici, plurispecialistici in condizioni di maggior complessità assistenziale. L’organizzazione delle degenze a medio-bassa intensità per aree omogenee funzionali riguarda essenzialmente:
    • Area medica;
    • Area chirurgica con separazione del percorso dell’urgenza dal percorso di ricovero elettivo (Long Surgery e Week Surgery);
    • Area materno – infantile, degenze ciclo continuo e ciclo diurno (servizio IVG).
  • Area post acuzie: comprende la riabilitazione, la riabilitazione specialistica e la lungodegenza;
  • Aree di degenza Diurna Multidisciplinare: comprendono i servizi di Day Hospital, Day Surgery, Pre-ospedalizzazione e Day Service.