Rete Territoriale della non Autosufficienza è una struttura del Dipartimento di Staff e opera in stretto collegamento con con la Direzione Sanitaria Aziendale. E’ diretta dal dr. Sergio Rago (in foto).

Svolge compiti connessi all’organizzazione, a livello aziendale, dei modelli omogenei per la presa in carico della persona fragile da parte delle reti delle cure domiciliari, della rete delle cure palliative-hospice, dei percorsi diagnostici terapeutici delle demenze, della Schlerosi Laterale Amiotrofica e di tutti gli altri percorsi connessi alla cronicità e all’assistenza degli anziani a livello ambulatoriale e domiciliare dei Distretti sociosanitari.

All’interno della struttura opera l’Unità Organizzativa Integrata Cure Domiciliari (UOI) che, inserita all’interno di un’area di coordinamento tecnico centrale, realizza il coordinamento e l’integrazione nell’organizzazione ed erogazione delle prestazioni sociali e sanitarie a livello domiciliare.

Tra le principali funzioni della struttura in azienda:

  • definizione delle strategie operative per l’attuazione del Piano Attuativo Aziendale;
  • curare i contatti con la direzione dei Distretti, dei Presidi e dei Dipartimenti ;
  • definire protocolli organizzativi sanitari e sociosanitari, d’intesa con i Responsabili degli Enti gestori dei servizi socioassistenziali;
  • uniformare i modelli organizzativi e funzionale su tutto il territorio aziendale;
  • adeguare e definire le procedure connesse alla presa in carico del paziente fragile;
  • monitorizzare e verificare le attività e l’uso delle risorse;
  • effettuare l’analisi dei costi e della qualità;
  • predisporre la reportistica;
  • approva i PAI per quanto concerne il profilo logico-formale;
  • controlla il budget delle prestazioni acquistate all’esterno dalle cooperative di servizio;
  • provvede ad individuare le necessità formative di tutti gli operatori delle Cure Domiciliari;
  • supporto alle Direzioni dei Distretti Socio Sanitari ed alle UU.OO. distrettuale di Cure Domiciliari alla presa in carico di casi particolarmente complessi o di alta intensità assistenziale; quale riferimento aziendale per la presa in carico del paziente fragile e i percorsi della cronicità in genere, è chiamata in causa anche dalla Direzione Generale della Salute della Regione Molise, ove ha partecipato attivamente alla redazione dei principali PTDA, della DGR n. 447 avente ad oggetto “Definizione delle Linee Guida per l’accesso alla rete integrata dei servizi socio-assistenziali: gli strumenti operativi PUA,UVM e PAI”.

 

Tra gli obiettivi futuri dell’unità ci sono:

  •  messa a regime del nuovo software per la gestione integrata delle cure domiciliari, cure palliative e Hospice, RSA, protesica, consultori, PUA di cui ha seguito direttamente la graduale implementazione;
  • formazione work in progress del personale all’utilizzo del nuovo software;
  • aggiornamento professionale del MMG/PLS e tutti gli altri operatori sui temi della presa in carico dei soggetti fragili e nuovi PDTA;
  • redazione del PDTA sulle Demenze, PDTA su Autismo;
  • approvazione Linee Guida Regionali per le “Dimissioni Protette dai Presidi Ospedalieri” ed integrazione Ospedale Territorio.

 

 

Contatti: Rete territoriale della non autosufficienza – UOSD