AVVISO PER GLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE

Regolamento CE per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti

ASReM, attraverso il proprio Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione (SIAN) del Dipartimento di Prevenzione, rende noto a tutti gli OSA (Operatori del Settore Alimentare) che si è dotata, in accordo con la Regione Molise, del Regolamento della Commissione Europea n. 2017/2158 che istituisce misure di attenuazione e livelli di riferimento per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti.

L’acrilammide negli alimenti è motivo di preoccupazione per la salute pubblica, pertanto necessità di accurate misure di prevenzione adeguate.

Il Regolamento, entrato in vigore l’11 aprile 2018 si pone l’obiettivo di porre misure e limitazioni ai livelli di acrilammide presente in molti alimenti e considerato agente pericoloso per la salute dei consumatori.
A seguito di una serie di controlli effettuati su alcune categorie di alimenti, che ha evidenziato in ambito comunitario che alcuni prodotti presentavano un livello di acrilammide molto più alto rispetto ad altri prodotti della stessa categoria, la Commissione europea ha invitato le autorità competenti degli Stati Membri ad effettuare indagini sui metodi di produzione e di trasformazione utilizzati dagli operatori del settore alimentare, per verificare il tenore di acrilammide della loro produzione.
Sulla base di studi effettuati su animali, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha confermato le conclusioni delle precedenti valutazioni, secondo le quali l’acrilammide negli alimenti può aumentare il rischio di sviluppare un cancro per i consumatori in tutte le fasce di età. Ciò ha portato ad una rivalutazione degli attuali livelli di acrilammide  e alla necessità di una riduzione della sua presenza nei prodotti alimentari costituiti da materie prime che contengono i suoi precursori.
Tale riduzione si può ottenere attuando buone pratiche in materia di igiene e applicando procedure basate sui principi dell’analisi dei pericoli e punti critici di controllo (procedure HACCP).
Gli operatori del settore alimentare regionali devono quindi  seguire le procedure necessarie a raggiungere i livelli di acrilammide fissati dal regolamento e ricorrere a campionatura e analisi per mantenere i loro risultati. Inoltre, al fine di verificare la conformità con i livelli di riferimento devono accertarsi dell’efficacia delle misure di attenuazione prese, mediante campionatura ed analisi.

 

Per eventuali ulteriori informazioni:

tel. 0875 7179873 / 0874 409968

mail: andrea.disiena@asrem.org

mail: stefania.matacchione@asrem.org

 

Puoi scaricare da qui il Regolamento CE n. 2017/2158